curricolo verticale per competenze 2018

Sviluppa il senso dell’identità personale, percepisce le proprie esigenze e i propri sentimenti, sa esprimerli in modo sempre più adeguato. Smonta e rimonta semplici oggetti, apparecchiature elettriche o altri dispositivi comuni eseguendo piccoli interventi di riparazione e manutenzione. Numerose ammonizioni verbali e scritte, provvedimenti di allontanamento dalla scuola. Nelle situazioni di incertezza (vita quotidiana, giochi…) si orienta con valutazioni di probabilità. Nella progettazione del nostro curricolo il gruppo di lavoro ha dunque tenuto conto e recepito le importanti novità contenute nella Nuova Raccomandazione del maggio 2018, in cui oltre a rinominare le otto competenze (l’unica competenza che ha mantenuto la stessa dizione è la competenza digitale) ha ridefinito anche da un punto di vista sostanziale e contenutistico le competenze, adattandole ai nuovi … Ha familiarità con le strategie del contare e dell’operare con i numeri; esegue le prime misurazioni di lunghezze, pesi e altre quantità. Raccomandazione del Consiglio dell’Unione Europea del 22 maggio 2018 (sostituisce la raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 18 dicembre 2006, relativa alle competenze chiave per l’apprendimento permanente), D.M. Comportamento corretto, collaborativo e rispettoso. Racconta i fatti studiati utilizzando il linguaggio specifico della disciplina. Si potranno prevedere attività di gruppo, attività laboratoriali. Intuisce la necessità della valorizzazione e della cura del patrimonio culturale, artistico e naturale come strumento di contrasto al degrado sociale e ambientale, e come opportunità di crescita personale e di occupazione. 2 SOMMARIO ... ⎯ Raccomandazione del Consiglio dell’Unione Europea del 22.05.2018 ⎯ Legge 107/2015 ⎯Indicazioni Nazionali per il Curricolo del 2012 ⎯ D.P.R. ASSE MATEMATICO-SCIENTIFICO-TECNOLOGICO COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMPETENZA MATEMATICA E COMPETENZA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E INGEGNERIA PROFILO AL TERMINE DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE: l’alunno/a utilizza le sue conoscenze matematiche e scientifiche tecnologiche per trovare e giustificare soluzioni a problemi reali. 17 traguardi pag. Attua forme di comportamento rispettose verso se stesso, gli altri e l’ambiente. I binari metodologici, lungo i quali si snodano i percorsi curricolari che conducono alla costruzione delle competenze, sono articolati su : A queste considerazioni, vanno aggiunte anche la realizzazione di percorsi a carattere laboratoriale (sia all’interno che all’esterno della scuola), la valorizzazione del territorio come risorsa per l’apprendimento, l’applicazione della tecnologia moderna all’insegnamento e l’attività di ricerca, promuovendo sempre di più l’alfabetizzazione informatica per incoraggiare lo sviluppo delle capacità creative, logiche ed organizzative. Applica consapevolmente regole e procedure senza commettere errori ed in modo autonomo. Il curricolo verticale per competenze: i campi di esperienza e le discipline COMUNICAZIONE NELLA MADRELINGUA COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE 1° LINGUA COM. del percorso triennale dell’alunno in relazione a: Progresso rispetto alla situazione di partenza, Livello globale di maturazione del discente, Impegno e continuità manifestate nelle attività didattiche ed extracurricolari. L'esposizione è pertinente e precisa. 3 introduzione Scopre la risposta della Bibbia alle domande dell’Uomo e le confronta con le altre religioni. COMPETENZA CHIAVE EUROPEA:  COMPETENZA IN MATERIA DI CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALEPROFILO AL TERMINE DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE:l’alunno/a orienta nello spazio e nel tempo, osservando e descrivendo ambienti, fatti, fenomeni e produzioni artistiche. Comprende semplici frasi organizzate anche in brevi testi secondo l’argomento presentato. b) quando l’alunno non ha partecipato, nel mese di aprile, alle prove nazionali di italiano, matematica e inglese predisposte dall’INVALSI; Si orienta nel tempo della vita quotidiana. d) quando l’alunno ha insufficienze determinate da carenze profonde, tali da impedire la frequenza proficua della classe successiva, accompagnate ad un giudizio negativo sulla partecipazione al dialogo educativo e all’attività didattica nei seguenti casi: A seguito della valutazione periodica e finale, la scuola provvede a segnalare tempestivamente ed opportunamente alla famiglie delle alunne e degli alunni eventuali livelli di apprendimento parzialmente raggiunti o in via di prima acquisizione e, al fine di consentire il miglioramento dei suddetti livelli di apprendimento, nell’ambito della propria autonomia didattica ed organizzativa, propone: L’adozione di una “griglia condivisa” per la rilevazione del comportamento e del livello globale dell’apprendimento per gli alunni della scuola primaria e per gli alunni della Secondaria di 1^ Grado offrirà ai docenti un uniforme sistema valutativo che consentirà di predisporre al meglio, le forme di accompagnamento necessarie per migliorare la vita scolastica e il processo di apprendimento degli alunni. Occasionali episodi di scarso rispetto di sé, degli altri e dell’ambiente. 31 . L’alunno identifica e riconosce nell’ambiente che lo circonda elementi e fenomeni di tipo artificiale. Nelle prestazioni scritte e/o orali e/o pratiche richieste incorre in alcune imperfezioni formali. Racconta per iscritto un'esperienza personale. Legge e comprende brevi storie rispettando le regole di pronuncia, l’intonazione e le pause. Partendo da una solida padronanza della competenza aritmetico - matematica, l’accento è posto sugli aspetti del processo e dell’attività oltre che sulla conoscenza”.4) competenza digitale:   “ presuppone l’interesse per le tecnologie digitali e il loro utilizzo con dimestichezza e spirito critico e responsabile per apprendere, lavorare e partecipare alla società. Il curricolo verticale per competenze è stato elaborato dalla nostra scuola sulla base del rispetto della normativa vigente: 1 settembre 2000 legge dell’Autonomia. 2019/2022 Elaborato dal Collegio del Docenti sulla base dell’Atto di indirizzo del Dirigente Scolastico ed approvato dal Consiglio di Istituto con Delibera n. 4 del 20.12.2018 Essa comprende l’alfabetizzazione informatica e digitale, la comunicazione e la collaborazione, l’alfabetizzazione mediatica, la creazione di contenuti digitali (inclusa la programmazione), la sicurezza (compreso   l’essere a proprio agio nel mondo digitale e possedere competenze relative alla cyber sicurezza), le questioni legate alla proprietà intellettuale, la risoluzione di problemi e il pensiero critico”.5) competenza personale, sociale e capacità di imparare a imparare :  “capacità di imparare a imparare consiste nella capacità di riflettere su sé stessi, di gestire efficacemente il tempo e le informazioni, di lavorare con gli altri in maniera costruttiva, di mantenersi resilienti e di gestire il proprio apprendimento e la propria carriera. In tal senso va intesa la descrizione che ne viene fornita:” Il profilo che segue descrive in forma essenziale le competenze riferite alle discipline di insegnamento e al pieno esercizio della cittadinanza, che un ragazzo deve mostrare di possedere al termine del primo ciclo…” Usa carte geo-storiche, anche con l’ausilio di strumenti informatici. Manifesta disinteresse, scarsa partecipazione al dialogo educativo ed impegno incostante e superficiale. Buona accettazione della diversità. IL CURRICOLO VERTICALE D’ISTITUTO Il Curricolo verticale dell’Istituto è costruito secondo i seguenti riferimenti normativi: 1. Comprende il carattere finito delle risorse e adotta atteggiamenti responsabili verso i modi di vita e l'uso delle risorse. Comportamento generalmente corretto, collaborativo e rispettoso. Base: l’alunno/a svolge compiti semplici anche in situazioni nuove mostrando di possedere conoscenze e abilità fondamentali e di saper applicare basilari regole e procedure apprese. Comprende aspetti e strutture dei processi storici italiani, europei e mondiali. Sa esprimere e comunicare agli altri emozioni, sentimenti, argomentazioni attraverso il linguaggio verbale. Scrive testi brevi e semplici per raccontare le proprie esperienze, per fare gli auguri, per ringraziare o per invitare qualcuno, anche con errori formali che non compromettano però la comprensibilità del messaggio. Si fonda sulla creatività, sul pensiero critico e sulla risoluzione di problemi, sull’iniziativa e sulla perseveranza, nonché sulla capacità di lavorare in modalità collaborativa al fine di programmare e gestire progetti che hanno un valore culturale, sociale o finanziario”.8) competenza in materia di consapevolezza ed espressione culturale:“implica la comprensione e il rispetto di come le idee e i significati vengono espressi creativamente e comunicati in diverse culture e tramite tutta una serie di arti e altre forme culturali. Il punto di partenza degli itinerari formativi è la valorizzare delle esperienze e delle conoscenze degli alunni poiché esse costituiscono le fondamenta su cui ancorare i nuovi contenuti o attuare adeguati interventi volti ad integrare e a valorizzare le diversità (difficoltà di apprendimento, disabilità, multiculturalità …). Acquisisce ed interpreta informazioni. Trova soluzioni nuove a problemi di esperienza; adotta strategie di problem solving. LA PRIMA SEZIONE riporta la descrizione dei risultati di apprendimento declinati in competenze, cioè i TRAGUARDI FORMATIVI AL TERMINE DELLA QUINTA CLASSE DELLA SCUOLA PRIMARIA. Avanzato : l’alunno/a svolge compiti e risolve problemi complessi, mostrando padronanza nell’uso delle conoscenze e delle     abilità; propone  e sostiene le proprie opinioni e assume in modo responsabile decisioni consapevoli. Ragiona sulla lingua, scopre la presenza di lingue diverse, riconosce e sperimenta la pluralità dei linguaggi, si misura con la creatività e la fantasia. l’alunno/a in grado di esprimersi in lingua inglese a livello elementare A2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento) e, in una seconda lingua europea, di affrontare una comunicazione essenziale in semplici situazioni di vita quotidiana. Esso è strutturato in riferimento al profilo dello studente, agli obiettivi di apprendimento specifici per ogni disciplina e ai traguardi dello sviluppo delle competenze al termine del primo ciclo d’Istruzione. Intermedio: l’alunno/a svolge compiti e risolve problemi in situazioni nuove, compie scelte consapevoli, mostrando di saper utilizzare le conoscenze e le abilità acquisite. L'alunno/a possiede conoscenze molto lacunose, frammentarie e non coordinate. 081.775 14 93 Curricolo Verticale per competenze chiave Triennio 2016-2018 Allegato al POF/PTOF di istituto Applica gli schemi motori appropriati nelle varie discipline. L’alunno riconosce elementi significativi del passato del suo ambiente di vita. 275/99 2006 Quadro della competenze chiave per l’apprendimento permanente definite dal Parlamento Europeo e dal Consiglio dell’Unione europea (Raccomandazione del … Riconosce ed esplora in modo sempre più approfondito le tracce storiche presenti nel territorio e comprende l’importanza del patrimonio artistico e culturale. È a conoscenza di alcuni processi di trasformazione di risorse e di consumo di energia e del relativo impatto ambientale. Utilizza il pensiero logico-scientifico per affrontare problemi e situazioni sulla base di elementi certi. Apprezzabile è la forte curvatura che il documento testimonia verso il valore della sostenibilità, evidenziando la necessità – per tutti i giovani – di partecipare ad una formazione che promuova stili di vita sostenibili, i diritti umani, la parità di genere, la solidarietà e l’inclusione, la cultura non violenta, la diversità culturale, il principio della cittadinanza globale. Sito realizzato da Si mostra sicuro/a nelle applicazioni e nell'operare collegamenti. In linea di massima essa condivide le abilità principali con la competenza alfabetica: si basa sulla capacità di comprendere, esprimere e interpretare concetti, pensieri, sentimenti, fatti e opinioni in forma sia orale sia scritta (comprensione orale, espressione orale, comprensione scritta ed espressione scritta) in una gamma appropriata di contesti sociali e culturali a seconda dei desideri o delle esigenze individuali”3) competenza matematica e competenza in scienze, tecnologie e ingegneria: n.139/2007): 1. Direzione Scolastica Regionale per la Campania ISTITUTO COMPRENSIVO “E.DE FILIPPO” 34° Distretto Scolastico Via Cavalli di Bronzo, 50 San Giorgio a Cremano (NA) TEL. L’impegno e la partecipazione al dialogo educativo sono costanti e puntuali. La valutazione è parte integrante della progettazione, non solo come controllo degli apprendimenti, ma anche come verifica dell’intervento didattico, al fine di operare con flessibilità sul progetto educativo. Comprende espressioni e parole di uso frequente relative a ciò che lo riguarda direttamente (per esempio informazioni di base sulla mia persona e sulla mia famiglia, gli acquisti, l’ambiente circostante e i lavori, sul passato e la mia esperienza personale). CURRICOLO VERTICALE PER COMPETENZE CHIAVE Scuola dell’infanzia primaria e secondaria di I grado Anno scolastico 2018/2019 La scuola un luogo dove pensare, immaginare, fare; un luogo dove l’accesso alla conoscenza sia considerato strumento di libertà e giustizia; un luogo dove “i … Legge testi brevi e semplici e a trova informazioni specifiche e in materiale di uso quotidiano, quali pubblicità, programmi, menù e orari. Le competenze chiave sono delle  “METACOMPETENZE”, poiché sono quelle di cui tutti hanno bisogno per la realizzazione e lo sviluppo personali, la cittadinanza attiva, l’inclusione sociale e l’occupazione. Il percorso verticale prevede una continuità nell’acquisizione delle competenze che procede progressivamente dai campi di esperienza della Scuola dell’Infanzia, agli ambiti disciplinari della Scuola Primaria fino alle discipline intese in forma più strutturata della Scuola Secondaria di primo grado. L’alunno si muove con sicurezza nel calcolo anche con i numeri razionali, ne padroneggia le diverse rappresentazioni e stima la grandezza di un numero e il risultato di operazioni. Per il corrente anno scolastico “La valutazione del comportamento delle alunne e degli alunni (articolo 2 del D.lvo 13 aprile 2017, n. 62) "viene espressa, per tutto il primo ciclo, mediante un giudizio sintetico che fa riferimento allo sviluppo delle competenze di cittadinanza per la scuola primaria e, per quanto attiene alla scuola secondaria di primo grado, allo Statuto delle studentesse e degli studenti, al Patto di corresponsabilità e ai singoli Regolamenti approvati dall'istituzione scolastica”. Intermedio:l’alunno/a svolge compiti e risolve problemi in situazioni nuove, compie scelte consapevoli, mostrando di saper utilizzare le conoscenze e le abilità acquisite. Il macro-oggetto di trasformazione pensato e realizzato dall'uomo è il PAESAGGIO. COMPETENZA MATEMATICA COMPETENZE DI BASE IN SCIENZE-TECNOLOGIA-GEOGRAFIA COMPETENZA DIGITALE COMPETENZA IMPARARE AD IMPARARE ... La scelta di organizzare il curricolo per competenze chiavi è nata anche dall’esigenza di definire un … Conosce alcuni elementi fondamentali della fede, della speranza e della carità cristiana. Racconta i fatti studiati in modo semplice e coerente, rappresentando le conoscenze apprese mediante grafismi, disegni, testi scritti e/o risorse digitali. Acconsenti? a) quando l’alunno ha superato il limite delle assenze previsto dalla legge (un quarto di assenze rispetto al monte ore annuale obbligatorio delle discipline), ferme restando le deroghe stabilite dalla Scuola; CURRICOLO VERTICALE PER COMPETENZE CHIAVE EUROPEA A.S. 2017/2018 FONTI DI RIFERIMENTO “Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell'infanzia e del primo ciclo d'istruzione 2012” “Raccomandazione del Parlamento europeo 2006” “Competenze chiave per l'apprendimento permanente” Il Dirigente Scolastico prof.ssa Lina Eleonora Naso Osserva e sperimenta con i compagni e in autonomia ambienti vicinie conosciuti, indaga con curiosità ambienti lontani con strumenti appropriati. La valutazione periodica e finale degli apprendimenti degli alunni delle singole classi è effettuata collegialmente da tutti i docenti del team, sulla base dei risultati emersi al seguito della somministrazione delle prove di verifica; ciò al fine di assicurare omogeneità e congruenza con gli standard di apprendimento che la scuola si prefigge di raggiungere. l’attribuzione del voto di ammissione agli Esami di Scuola Secondaria di I Grado, AMMISSIONE ALLA CLASSE SUCCESSIVA E ALL’ESAME DI STATO, ASSE DEI LINGUAGGI ARTISTICO-MUSICALI/ESPRESSIVO- CORPOREI, Per ulteriori informazioni visualizza la Cookie Policy, Curricolo verticale per competenze chiave a.s. 2018/19, Codice di comportamento del pubblico dipendente, Regolamento delle infrazioni disciplinari e sanzioni, Piano Annuale per l'Inclusione a.s. 2020/21, Sondaggio di autovalutazione a.s. 2017/18 - Esiti, Dall’integrazione, all’inclusione scolastica: nuovi modi di apprendere, Profilo delle competenze trasversali al termine del 1° ciclo, Traguardi per lo sviluppo delle competenze, Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported, Frequenza molta assidua e puntualità costante, Notevole correttezza nel rispetto del regolamento scolastico, Comportamento molto corretto, responsabile ed affidabile, Interesse continuo, partecipazione attiva, matura e costruttiva, Consapevolezza del proprio dovere, rispetto delle consegne e continuità nell’impegno, Ruolo propositivo e collaborativo all’interno e fuori del gruppo classe, Scrupoloso rispetto del regolamento scolastico, Comportamento maturo per responsabilità e collaborazione, Vivo interesse e partecipazione attiva alle lezioni, Regolare e serio svolgimento delle consegne scolastiche, Ruolo propositivo all’interno delle classe, Buona partecipazione al dialogo operativo, Interesse e partecipazione attiva alle lezioni, Regolare e proficuo svolgimento delle consegne scolastiche, Ruolo collaborativo all’interno della classe, Comportamento quasi sempre responsabile e collaborativo specie nei confronti dei docenti, Atteggiamento accettabile durante lo svolgimento delle lezioni, Interesse altalenante e partecipazione non sempre attiva, Regolare svolgimento dei compiti assegnati, Sostanziale rispetto dei compagni e discreta capacità di collaborazione, Sostanziale svolgimento delle consegne scolastiche, Episodi sporadici di inosservanza del regolamento scolastico tale da comportare avvertimenti verbali e note sul registro, Disturbo del regolare svolgimento delle lezioni con interventi polemici e inopportuni, Limitata partecipazione alle attività scolastiche, Parziale svolgimento dei compiti assegnati, Danneggiamenti di arredi ed oggetti altrui, Comportamento poco responsabile durante visite d’istruzione, Mancato rispetto del regolamento scolastico con gravi episodi che hanno richiesto provvedimenti disciplinari, Scarsa partecipazione alle attività scolastiche, Comportamento scorretto nel rapporto con docenti, compagni e personale scolastico, Linguaggio irriguardoso nel rapporto con docenti, compagni e personale scolastico. Occasionali episodi di scarso autocontrollo. Dimostra curiosità verso altre culture e luoghi geografici. Adegua il linguaggio alla specificità delle discipline ed al contesto comunicativo. Ha consapevolezza della propria efficienza fisica. Nel definire il profilo dello studente al termine del primo ciclo di istruzione, le Indicazioni per il curricolo 2012, richiamano le  8 competenze chiave per l’apprendimento permanente ridefinite dal Parlamento Europeo con le raccomandazione del 22 maggio 2018  che di fatto costituiscono la finalità generale dell’istruzione e dell’educazione e spiegano le motivazioni dell’apprendimento stesso.

Il Regalo Mio Più Grande - Tiziano Ferro, 11 55 Significato Angelico, Passeggiate In Liguria Con Bambini, Michele Bravi Incidente, Giardino Eden Ischia Booking, Messo In Un Angolo, Genius Marracash Persona,